La dieta vegetariana è un regime alimentare che si basa esclusivamente, o prevalentemente, su alimenti di origine vegetale. Le persone che scelgono questo tipo di alimentazione, quindi, escludono il consumo di tutti i tipi di carne e di tutti i prodotti di trasformazione industriale delle carni.
Per fare chiarezza si distinguono due modelli di riferimento principali:

1. modello latto-ovo-vegetariano, che esclude gli alimenti derivanti dall’uccisione diretta di animali, quali carne, pesce, molluschi e crostacei, ma ammette qualunque alimento di origine vegetale derivante da questi, ovvero le uova, il latte e i prodotti lattieri, i prodotti caseari, il miele e tutti gli altri prodotti di alveare;
2. modello vegano, che non solo esclude tutti i tipi di carne, pesce, molluschi e crostacei, ma prevede anche l’eliminazione dei prodotti vegetali derivanti dagli animali, creando un’ alimentazione basata completamente ed esclusivamente su cereali, legumi, frutta e verdura.

Condurre un’alimentazione povera di grassi animali, limita il rischio di contrarre malattie cardiovascolari, inoltre questo regime alimentare è ricco di polifenoli e antiossidanti, contenuti nella frutta e verdura di stagione, che oltre a combattere l’invecchiamento cellulare, contrastano l’azione dei radicali liberi. Anche le fibre sono presenti in abbondanza, ottime per mantenere intatta la salute dell’intestino e utili per colmare la sensazione di fame.
Tuttavia ci sono dei “contro”, rappresentati dal rischio di qualche carenza nutrizionale e dalla comparsa di disturbi gastrointestinali come gonfiore e sindrome dell’intestino irritabile.

Per salvaguardare l’apporto proteico, vitaminico e di alcuni minerali come ferro zinco e selenio non possono mancare:
• la soia, considerata come la fonte principale di proteine vegetali, e che tra i tanti benefici, aiuta a ridurre il colesterolo;
• i cereali, che migliorano le difese immunitarie, riducono i processi infiammatori, contribuiscono a proteggere le cellule dai radicali liberi e fanno da protezione al sistema cardio-vascolare;
• i legumi, che oltre a prevenire l’ipertensione, aiutano a controllare la glicemia e a prevenire il diabete. Inoltre, essendo ricchi di ferro, combattono l’anemia e grazie all’alta presenza di proteine aiutano ad aumentare la propria massa muscolare;
• frutta e verdura di stagione, ricca di proprietà nutritive superiori rispetto a un frutto o a una verdura maturata al di fuori del proprio arco temporale ideale;
• la frutta secca, alleata per assicurare il consumo di grassi Omega3, presenti soprattutto nelle noci.

Anche in questo caso, è fondamentale creare un programma alimentare che abbia come fondamenta la varietà e l’equilibrio.
Vuoi saperne di più? Chiedi un consulto al Dott. Giuseppe Pisano.