Il limone è un frutto che ha ottime proprietà e benefici.

Innanzitutto è in grado di potenziare il sistema immunitario, contrastando quindi i malanni stagionali. Ad esempio bevendo una miscela di succo di limone e miele, è possibile attenuare il bruciore della faringe infiammata.

Il succo di limone svolge un’azione contrastante nella crescita batterica; questa è molto utile soprattutto nella conservazione alimentare, ma sembra vantare una discreta selettività sui ceppi nocivi all’interno dell’intestino.
Nel succo di limone, inoltre, sono presenti vitamine e flavonoidi, entrambi dotati di uno spiccato potere antiossidante. Per questo motivo, si raccomanda l’utilizzo di questo alimento nella dieta per la cura di certe patologie o condizioni disagevoli.

È un valido alleato nella prevenzione dei calcoli renali, grazie all’aumento dell’escrezione di citrato nelle urine.
Importanti sono anche le sue qualità diuretiche poiché aumenta il tasso di minzione nel corpo, aiutandolo quindi a purificarsi. Le tossine vengono rilasciate in modo più veloce per aiutare a mantenere la salute del tratto urinario.
Incoraggia il fegato a produrre la bile, che è un acido richiesto per la digestione che risulta efficiente eliminando il bruciore di stomaco e la costipazione.

Il limone è uno degli alimenti più alcalini e diversamente da quanto bere acqua e limone ogni giorno riduce l’acidità totale del corpo.

Inoltre aiuta a combattere in modo naturale i radicali liberi e quindi a donare un aspetto più fresco; la vitamina C infatti aiuta a diminuire rughe e macchie, rendendo la pelle più luminosa e bella.

Per maggiori informazioni consulta il Dott. Giuseppe Pisano!