Molti non sanno che un piatto ricco di alimenti di diversi colori non è solo bello da vedere, ma anche ottimo per la salute.

Le sostanze che danno il colore a frutta e verdura, infatti, sono le stesse sostanze che posso essere utili al nostro organismo nella prevenzione di diverse malattie e disturbi. Si tratta infatti di composti antiossidanti e antinfiammatori, come i polifenoli, che agiscono su metabolismo e sistema immunitario, creando così l’azione protettiva che ci aiuta a tenere lontano la cattiva salute.
L’ideale sarebbe quindi mangiare, nel corso di una settimana, alimenti con quasi tutti i colori disponibili in natura, in almeno cinque porzioni al giorno: è il concetto su cui si basa la Dieta Arcobaleno.
La Dieta Arcobaleno è un regime alimentare che consiste nel variare la dieta dal punto di vista dei colori, ed è incentrata su frutta e verdura di stagione.
Grazie al regolare apporto di frutta, verdura e aromi di diversi colori, possiamo prevenire malattie cardiovascolari, disturbi legati all’invecchiamento, fino a diversi tumori. Nello specifico, ad ogni pigmento corrisponde un particolare beneficio:

  • Verde:

Vegetali di colore verde quali lattuga, prezzemolo, broccoli, carciofi, cetrioli e capperi, contengono clorofilla, carotenoidi, magnesio e acido folico e, in alcuni casi, anche vitamina C. Tali sostanze offrono protezione alle coronarie e sono utili alla prevenzione dei tumori. Mentre il magnesio favorisce la sintesi di carboidrati e proteine, agisce sulla pressione sanguigna e migliora l’assorbimento di calcio, i carotenoidi contrastano l’invecchiamento e l’acido folico previene malformazioni del feto quali la spina bifida.

  • Rosso:

Sono alimenti con elevate quantità di licopene e antocianine. Il primo previene forme tumorali importanti, come quelle alla prostata per l’uomo ed alle ovaie o al seno per la donna; i secondi proteggono i vasi sanguigni, contribuendo all’eliminazione del colesterolo cattivo e alla prevenzione dei trombi.
Si tratta di alimenti quali pomodori, fragole, peperoni e angurie, particolarmente utili in estate, quando si perdono molti liquidi.

  • Blu e Viola:

Ricchi di minerali, gli alimenti blu e viola quali uva, melanzane, barbabietole e radicchio contengono potassio, ferro e magnesio, carotenoidi, e antociani.  Offrono un’azione protettiva ai capillari, prevengono alcune forme tumorali e contrastano l’eccesso di colesterolo e l’aggregazione delle piastrine, difendendo quindi dall’ictus.

  • Bianco:

Gli alimenti bianchi come aglio, cipolla, funghi, mele e patate contengono ferro, potassio, flavonoidi, zolfo, quercetina, isotiocianati e selenio. Essi rafforzano le ossa, proteggono i polmoni e difendono dai batteri; inoltre, fluidificano il sangue e proteggono da ipertensione e anemia. Sono anche potenti antiossidanti.

  • Arancione:

Albicocche, arance, carote, peperoni, zucca: alimenti di questo tipo si possono trovare in tutte le stagioni e sono ricchi di bioflavonoidi e di betacarotene, precursore della vitamina A, che interviene nella riproduzione, nella crescita e nel preservare la salute dei tessuti. Molti contengono anche la vitamina C, che contrasta efficacemente i radicali liberi dell’ossigeno con una funzione anti invecchiamento e interviene attivamente nella formazione del collagene.

Oggi, purtroppo, l’impoverimento dei terreni di coltura ed alcuni sistemi di conservazione possono ridurre l’efficacia di tali sostanze, per cui è sempre preferibile scegliere vegetali coltivati secondo criteri biologici.